La chimica in provincia di Bergamo

Tra il 2008 e il 2012 le aziende chimiche che hanno superato la soglia di 3 milioni di euro di fatturato sono state 131.
Tar i settori di cui ci occupiamo, questo è il maggiore per ricavi ma non per numerosità di imprese, segno che la dimensione delle imprese è piuttosto robusta.

Questo settore copre una quota crescente dell'economia bergamasca, con 5 miliardi di fatturato complessivo che rappresenta il 9,1% del fatturato delle imprese manifatturiere della nostra provincia.

L'anno migliore per la chimica bergamasca è stato il 2010, con utili complessivamente pari a 106 milioni di euro. Questo risultato non è stato però consolidato negli anni successivi e, nel 2012, il dato è tornato di poco inferiore a quello del 2008. Le aziende che conseguono utili sono comunque il 78% del totale.

L'occupazione di questo settore ha perso tra il 2008 e il 2012 470 unità. I lavoratori della chimica bergamasca sono passati dagli 11.676 del 2008 agli 11.209 del 2012 (-4%). Tuttavia nel passaggio dal 2011 al 2012 l'occupazione torna a crescere.