Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Importi ammortizzatori sociali anno 2019 (Massimali INPS)

Importi ammortizzatori sociali anno 2019 (Massimali INPS)

Con la circolare n. 5 del 25/01/2019 l'INPS ha fissato gli importi massimi degli ammortizzatori sociali per l'anno 2019:

- Cassa integrazione
per retribuzione inferiore o uguale a € 2.148,74, indennità massima di € 993,21 (netto  935,21*)
per retribuzione superiore a € 2.148,74, indennità massima di € 1.193,75 (netto 1.124,04*)

- Cassa integrazione settore edile
per retribuzione inferiore o uguale a € 2.148,74, indennità massima di € 1.191,85 (netto  1,122,25*)
per retribuzione superiore a € 2.148,74, indennità massima di € 1.432,50 (netto 1.348,84*)

(* per importo netto si intende l'importo senza i contributi, ma sul quale vanno comunque effettuate le ritenute fiscali)

- Indennità di disoccupazione NASPI
la retribuzione da prendere a riferimento per il calcolo delle indennità di disoccupazione NASpI è pari a € 1.221,44 (€ 1.328,76 nei casi di malattia o maternità)

- Indennità DIS-COLL
importo massimo € 1.328,76 (retribuzione di riferimento € 1.221,44).

- Disoccupazione agricola
confermati i massimali 2017: € 1.180,76 (massimale più alto) e € 982,40 (massimale più basso.

 NB per quanto riguarda l'esenzione dal pagamento dei ticket sanitari in Lombardia, i lavoratori in cassa integrazione straordinaria, contratto di solidarietà, mobilità, la somma di indennità più eventuali stipendi non deve superare i massimali 2019.

REGOLE, NORME E SCHEDE INFORMATIVE

schede ARCHIVIO
Dote Unica Lavoro Regione Lombardia

(le schede successive sono in fase di aggiornamento)

ATTIVITÀ LAVORATIVE DURANTE LA CASSA INTEGRAZIONE E LA MOBILITÀ
(8 febbraio 2013)

Scheda informativa (con modello per comunicazione all'INPS)
Circolare INPS n.130 del 4 ottobre 2010 "Integrazioni salariali. Compatibilità con l'attività di lavoro autonomo o subordinato e cumulabilità del relativo reddito..."
Circolare INPS n.67 del 14 aprile 2011 "Indennità di mobilità. Compatibilità con l'attività di lavoro autonomo o subordinato. Corresponsione anticipata dell'indennità. Incentivi all'assunzione"
Interpello 19/2012 Ministero del lavoro (non è più obbligatorio comunicare preventivamente all'INPS l'assunzione di un nuovo lavoro subordinato durante la cassa integrazione). Anche se non

ORARIO DI LAVORO

Decreto Legislativo 8 aprile 2003 n.66 (attuazione delle direttive 93/104/CE e 2000/34/CE concernenti taluni aspetti dell'organizzazione dell'orario di lavoro)
Circolare del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali 3 marzo 2005 (disciplina di alcuni aspetti dell'organizzazione dell'orario di lavoro)
Circolare INPS 1 dicembre 2003 n.181 (D.Lgs. 8.4.2003, n.66. Riforma della disciplina in materia di orario di lavoro in attuazione delle direttive 93/104/Ce e 2000/34/Ce)

CASSA INTEGRAZIONE E MALATTIA

Circolare INPS del 16 giugno 2009 n. 82 "Chiarimenti sull'indennità di malattia durante i periodi di integrazione salariale". Testo della circolare