Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.

NOTIZIE

CONTRATTO DEI CHIMICI: RIGUARDERÀ QUASI 8MILA ADDETTI IN PROVINCIA DI BERGAMO. IN CORSO LE ASSEMBLEE NELLE AZIENDE PER ILLUSTRARE LA PIATTAFORMA RIVENDICATIVA

on .

È un rinnovo atteso da quasi 8mila lavoratori in tutta la provincia di Bergamo: per presentare le richieste sindacali che preludono all’avvio della trattativa per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale dei chimici, sono in corso in tutto il Paese, Bergamo compresa, le assemblee nelle aziende. L’intesa interessa, appunto il settore chimico e chimico-farmaceutico, ma anche quelli di fibre chimiche, settori abrasivi, lubrificanti e GPL.

GRUPPO UBI, L’ELEZIONE DEGLI ORGANISMI DIRIGENTI SINDACALI FISAC-CGIL: ELETTO COORDINATORE IL BERGAMASCO PIERANGELO CASANOVA. Un centinaio di sindacalisti da tutta Italia a Bergamo, tra il 26 e il 28 giugno

on .

Un centinaio di delegati sindacali del Gruppo UBI provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia (dove è presente l’istituto bancario) si sono riuniti a Bergamo, da martedì a oggi, 28 giugno, per l’elezione dei componenti del Comitato Direttivo e della Segreteria di Coordinamento FISAC-CGIL.

RAPPORTO ISTAT: LA POVERTÀ IN ITALIA ANNO 2017, LE CARATTERISTICHE DEL FENOMENO IN PROVINCIA DI BERGAMO. Le considerazioni di Amboni, CGIL

on .

La povertà è in aumento, anzi, ha raggiunto la percentuale più alta dal 2005, come documentato dal rapporto ISTAT appena pubblicato. Al proposito interviene Orazio Amboni, responsabile dell’Ufficio Welfare della CGIL di Bergamo, con alcune considerazioni sulle caratteristiche del fenomeno nella nostra provincia.

“La povertà, secondo i dati diffusi dall’ISTAT, è più presente al Sud che al Nord, tra i giovani e meno tra gli anziani, più nelle grandi città che nei paesi, in maggior misura nelle famiglie di immigrati. Se si considera che la soglia di povertà assoluta calcolata dall’ISTAT per una famiglia con due adulti e due bambini, nel Nord Italia, è fissata tra 1300 e 1450 euro mensili (a seconda si tratti di piccolo, medio, o grande comune) e quella per un nucleo mono-genitoriale con un minore è fissata tra 1000 e 1100 euro, è facile dedurne che ricadono in situazione di povertà gran parte dei lavori part time, dei lavori a bassa retribuzione specialmente nelle famiglie con un solo reddito.

APPALTI NEI SERVIZI, FILCAMS-CGIL: “BASTA MASSIMO RIBASSO. RIFLESSI RILEVANTI SU LIVELLI OCCUPAZIONALI E REDDITO DEI LAVORATORI”

on .

Sugli appalti vinti al massimo ribasso per servizi di ristorazione e pulizia spesso in strutture pubbliche (ospedali e scuole) interviene oggi, 26 giugno, Mario Colleoni, segretario generale della FILCAMS-CGIL di Bergamo.

“Sono spesso donne che lavorano nelle mense scolastiche e nei servizi di pulizia e ristorazione degli ospedali. Donne che garantiscono un servizio in ambito pubblico e che tuttavia vivono al limite della soglia di povertà. Nonostante il nuovo Codice degli appalti abbia introdotto il principio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ancora oggi il 70% delle gare è bandito secondo il sistema del massimo ribasso.

Altri articoli...