Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.

NOTIZIE

ITALCANDITI DI PEDRENGO, CEDUTO IL 70% DELLA PROPRIETÀ? I SINDACATI INTERVENGONO SULLA NOTIZIA DELLA CESSIONE A UNA SOCIETÀ CONTROLLATA DA INVESTINDUSTRIAL

on .

Lo scorso novembre si chiedevano se davvero Italcanditi fosse “ancora sul mercato”: per questo FAI-CISL e FLAI-CGIL di Bergamo avevano chiesto e ottenuto un incontro con la proprietà dell’azienda alimentare di Pedrengo, specializzata nella produzione di marmellate, frutta candita e preparati di frutta per yogurt, attiva sotto il marchio Vitalfood.

Ora, dalla stampa locale, si apprende che i giochi sarebbero già chiusi: Italcanditi, infatti, avrebbe ceduto il 70% della proprietà a una società di investimento controllata da Investindustrial, siglando un accordo finalizzato all’acquisto.

AUTOTRASPORTO MERCI, SCIOPERO LUNEDÌ 14 GENNAIO CONTRO LA MODIFICA DEI TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO. Si chiede al Parlamento Ue di bocciare il "Pacchetto Mobilità" voluto dalla Commissione europea

on .

Contro la modifica dei tempi di guida e riposo, per la sicurezza stradale, per il divieto totale del riposo in cabina sarà sciopero: è stata confermata la mobilitazione dei lavoratori dipendenti del settore dell’autotrasporto merci che incroceranno le braccia lunedì 14 gennaio (dalle ore 00.00 alle ore 24.00).

TENARIS, FIRMATA L’IPOTESI DI ACCORDO INTEGRATIVO DOPO OLTRE UN ANNO DI TRATTATIVA. Incontro-fiume durato oltre 19 ore e terminato all’alba. Circa 2mila i lavoratori interessati

on .

Dopo 19 ore di discussione (le ultime di oltre un anno di trattative) è stata siglata questa mattina all’alba l’ipotesi di accordo per il rinnovo dell’integrativo alla Tenaris-Dalmine. Riguarda circa duemila lavoratori dei siti di Dalmine, Sabbio, Costa Volpino, Arcore e Piombino oltre che i dipendenti della Fast di Dalmine.

PENSIONATI IN PRESIDIO DAVANTI ALLA PREFETTURA DI BERGAMO: LA PROTESTA CONTRO I TAGLI ALLA RIVALUTAZIONE DELLE PENSIONI PREVISTI DALLA MANOVRA. Il Prefetto Elisabetta Margiacchi ha incontrato i rappresentanti sindacali

on .

In tanti si sono radunati, questa mattina, davanti alla Prefettura di via Tasso a Bergamo: pensionati e pensionate sono scesi in presidio per protestare contro la manovra finanziaria e contro il “raffreddamento dell’indicizzazione delle pensioni”. I rappresentanti di SPI-CGIL, FNP-CISL e UILP-UIL provinciali, Augusta Passera, Onesto Recanati ed Emanuele Dalfino, hanno incontrato il Prefetto Elisabetta Margiacchi. La rappresentante del Governo sul territorio, dopo aver ascoltato le ragioni della mobilitazione sindacale, ha assicurato che farà da tramite presso l’esecutivo affinché le richieste sindacali trovino attenzione.

Ticket sanitari 2019, MINISANATORIA SENZA CAMBIARE NULLA DELLE REGOLE, FONTE DI CONFUSIONE E DISCRIMINAZIONI

on .

L’art. 18 della Legge Regionale 28 dicembre 2018 interviene su tre diverse situazioni rispetto alla vicenda dei ticket sanitari non pagati:

  1. Chi ha ricevuto il verbale di accertamento “per la fruizione di prestazioni sanitarie o di farmaci … senza la corresponsione del relativo ticket” (cioè la prima comunicazione di messa in mora), non ha pagato e quindi ha ricevuto (entro il 31/12/2018) la conseguente “ordinanza ingiunzione” può differire al 31/12/2019 il pagamento di ticket e della relativa sanzione (pari all’importo del ticket, quindi pagare, in tutto, due volte l’importo del ticket).
  2. Chi ha ricevuto il verbale di accertamento entro il 31/12/2018, ma non ha ancora ricevuto l’”ordinanza ingiunzione”, può pagare entro il 31/12/2019 l’importo del ticket e degli interessi legali ma senza la sanzione.
  3. Chi non ha ricevuto entro il 31/12/2018 né il verbale né l’ordinanza, può richiedere all’ATS di “regolarizzare spontaneamente” entro il 31/12/2019 il pagamento dei ticket dovuti e non pagati (senza sanzione ma con gli interessi legali)

Altri articoli...