Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

NOTIZIE

LA PROTESTA DI OPERAI AGRICOLI, FLOROVIVAISTI E FORESTALI. In presidio sabato 10 aprile di fronte alla Prefettura di Bergamo. 5mila addetti in provincia

on .

“Ancora una volta i decreti del governo hanno dimenticato i lavoratori stagionali dell’agricoltura, i florovivaisti, forestali e gli addetti degli agriturismi, che nei mesi tragici della Pandemia, anche a Bergamo, hanno contribuito a garantire che non mancasse cibo sugli scaffali di negozi e grande distribuzione”: è la denuncia di FAI-CISL, FLAI-CGIL e UILA-UIL di Bergamo. Anche sul territorio provinciale, come nel resto del paese, gli addetti – circa 5mila – faticano a raggiungere le coperture necessarie degli ammortizzatori sociali agricoli. Per questo il sentimento diffuso tra i lavoratori del settore è quello di “profonda ingiustizia: prima il Governo Conte, ora il Governo Draghi, zero sostegni Covid e zero diritti” spiegano Gianluigi Bramaschi di FAI-CISL, Valentino Rottigni di FLAI-CGIL e Rossella Valente di UILA-UIL di Bergamo.

Altri articoli...