Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

NICOTRA DI CISERANO, LAVORATORI DI NUOVO IN SCIOPERO. È IL QUARTO. IL 13 NOVEMBRE INCONTRO FRA LE PARTI IN CONFINDUSTRIA

on .

Un nuovo sciopero di un’ora è stato proclamato per oggi, 12 novembre, alla Nicotra di Ciserano: è il quarto, dopo quelli dell’8, del 4 e del 6 novembre. La protesta dei lavoratori segue l’annuncio, il 10 ottobre scorso, della fusione per incorporazione della Elco-E-Trade srl di Inzago (che anni fa venne acquista, proprio come Nicotra, dalla multinazionale Regal Beloit che ha sede nel Wisconsin, USA). A questa notizia si è aggiunta, contemporaneamente, quella relativa all’esternalizzazione del magazzino “spedizione e stoccaggio prodotti finiti” verso la Valsped Group di Dalmine.

Per il 13 novembre è in programma il secondo confronto fra le parti nella sede di Confindustria di Bergamo.

Alla notizia delle intenzioni dell’azienda, già a ottobre, la FIOM-CGIL aveva subito chiesto all’azienda un impegno formale rispetto alla salvaguardia di tutti i posti di lavoro: “L’apprensione fra i lavoratori resta alta, soprattutto alla luce del calo di fatturato degli ultimi anni” ha detto di nuovo Claudio Ravasio della segreteria della FIOM-CGIL di Bergamo. “L’arrivo di una nuova società dal 1° gennaio prossimo potrebbe condurre a esuberi di personale nel medio periodo. Già nell’immediato, intanto, dal 1° dicembre sei lavoratori del magazzino denominato ‘spedizione e stoccaggio prodotti finiti’ verranno esternalizzati a Valsped Group di Dalmine”.