Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

MARKAS, REVOCATO SCIOPERO NELLE MENSE DEGLI OSPEDALI DI ROMANO E TREVIGLIO DOPO L'INCONTRO CON ASST BERGAMO OVEST E AZIENDA

on .

È stato revocato lo sciopero delle dipendenti di Markas SRL al lavoro nella ristorazione degli ospedali di Romano e Treviglio: sembra esserci nuova fiducia nella trattativa dopo l’incontro che oggi è stato organizzato dalla direzione dell’ASST Bergamo Ovest e a cui hanno partecipato i sindacalisti di FILCAMS-CGIL e FISASCAT-CISL di Bergamo e i rappresentanti della SRL.

Ricordiamo che la società ha ottenuto l’appalto del servizio mensa e, nonostante l’aumento del capitolato, ha deciso unilateralmente di tagliare  l'orario di lavoro del 22% a tutte le 60 dipendenti in servizio nei due ospedali.

“I rappresentanti dell’ASST Bergamo Ovest hanno mantenuto l’impegno preso, così, questa mattina, insieme al direttore generale Peter Assembergs e a Vincenzo Ciamponi, direttore ammnistrativo dell’azienda ospedaliera, abbiamo potuto incontrare la direzione di Markas” hanno riferito oggi pomeriggio Aronne Mangili di FILCAMS-CGIL e Claudia Belotti di FISASCAT-CISL provinciali. “L’ASST ha ribadito che il servizio mensa è fondamentale, per questo, noi pensiamo, Markas dovrà ora impegnarsi a trovare una soluzione a un problema che lei stessa ha creato. Abbiamo deciso di revocare lo sciopero inizialmente indetto per giovedì proprio in ragione del tavolo di confronto finalmente aperto e delle rassicurazioni che Markas ha avanzato. Siamo comunque pronti a riaprire la mobilitazione nel caso in cui, dalle parole, non si arrivi a fatti concreti, utili a ridare alle lavoratrici sicurezza e prospettive di lavoro”.

La modifica unilaterale all’orario di lavoro introdotta da Markas produce un calo di un quarto degli stipendi e allunga ulteriormente il periodo di lavoro necessario per arrivare “all'anno contributivo” nel conteggio della pensione.