Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

CASCINA ITALIA DI SPIRANO, LA CGIL PRIMO SINDACATO CON OLTRE L’80% DELLE PREFERENZE NEL RINNOVO DEI RAPPRESENTANTI SINDACALI

on .

“È stata una scommessa vinta per la rappresentanza dei lavoratori”: così Simone De Franceschi della segreteria FLAI-CGIL di Bergamo commenta i risultati del voto per il rinnovo dei delegati alla Cascina Italia di Spirano, azienda leader nel settore della lavorazione delle uova e nei prodotti derivati, destinati alle più grandi aziende dell’industria alimentare.

Nell’azienda, che fa parte del gruppo Moretti, lavorano oltre 70 persone a tempo indeterminato. Le votazioni si sono tenute mercoledì 13 novembre. L’affluenza ha superato il 68% (hanno votato in 47, tutti voti validi). La lista FLAI–CGIL ha raccolto 38 preferenze, quella di FAI-CISL 9.  Risultano eletti per la CGIL Akdad Abderrazzak e per la CISL Francesco Lacopeta. La RSU uscente non contava delegati FLAI-CGIL.

“Essere tornati al voto dopo solo un anno dal precedente rinnovo e avere avuto un riscontro cosi positivo ci gratifica”, commenta Simone De Franceschi della segreteria FLAI-CGIL, che segue i rapporti con l’azienda. “Il risultato conferma l’ottimo lavoro svolto dalla funzionaria che mi ha preceduto, Martina Dini, componente della segreteria FLAI-CGIL, e dal nostro delegato neoeletto Akdad Abderrazzak. A entrambi vanno i miei personali ringraziamenti”.

Akdad Abderrazzak, oltre ad essere il delegato che rappresenterà la FLAI-CGIL in azienda, manterrà il suo ruolo di componente del Comitato Direttivo provinciale e di quello regionale della FLAI, e sarà il referente per la nostra categoria all’interno del Comitato Immigrazione a Bergamo.

“Il risultato” prosegue il sindacalista, “acquista ancora più valore, poiché siamo in fase di rinnovo della Piattaforma del Contratto nazionale del settore dell’industria alimentare, aperta il mese scorso. Il prossimo appuntamento nella trattativa è fissato per il 2 dicembre”.