Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Terza Giornata Territoriale della Sicurezza. IL NUOVO RUOLO DEGLI RLS, MODELLI PARTECIPATIVI AZIENDALI E TERRITORIALI. Venerdì 28 settembre alla Casa del Giovane di via Gavazzeni a Bergamo

on .

Una settimana fa si è registrato il quindicesimo infortunio mortale dall’inizio dell’anno tra lavoratori bergamaschi o lavoratori venuti da fuori provincia ad operare nel territorio orobico. “Sta diventando una vera emergenza provinciale” avevano denunciato i sindacati confederali, nel giorno della tragedia.
Ora CGIL, CISL e UIL di Bergamo tornano a discutere di questo tema in occasione di un convegno nella Terza Giornata Territoriale della Sicurezza che si terrà venerdì 28 settembre nell’auditorium della Casa del Giovane via Gavazzeni 13 a Bergamo (ore 9.30).

Per questa edizione dell’iniziativa si è scelto di parlare in particolare de “Il nuovo ruolo degli RLS (Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza), tra modelli partecipativi aziendali e territoriali per la salute e la sicurezza sul lavoro”.

“A questa emergenza che è nazionale, ma dai forti caratteri provinciali, tutti i soggetti interessati devono con urgenza prestare la massima attenzione, attivandosi per diffondere con maggiore determinazione la cultura della sicurezza e per rimarcare l’importanza della formazione, in particolare nell’utilizzo dei dispositivi individuali” sottolineano oggi come una settimana fa (e ormai come da alcuni anni a questa parte) i sindacati. “Non ci stancheremo mai di far sentire la nostra voce, continueremo nell’importante compito di sensibilizzare datori di lavoro e lavoratori, giorno dopo giorno, cantiere per cantiere, fabbrica per fabbrica”.

Al convegno di venerdì, che sarà aperto al pubblico, saranno presenti in particolare gli RLS (Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza) della provincia di Bergamo. I lavori cominceranno alle ore 9.30 con la relazione introduttiva di Angelo Chiari, responsabile delle politiche sulla salute e sulla sicurezza della CGIL di Bergamo.
A seguire, Virginio Villanova, direttore INAIL Bergamo, illustrerà il Rapporto di ricerca “IMPACT: indagine sui modelli partecipativi aziendali e territoriali per la salute e la sicurezza sul lavoro”.
A prendere, successivamente, la parola sarà Antonio Nocera, docente presso l’Università di Verona che interverrà parlando dell’”Esperienza formativa dell’OPP Confindustria, CGIL, CISL e UIL di Bergamo”.
Toccherà poi alle testimonianze del RSPP (Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione / aziendale) e del RLS della Scame di Parre.
Interverrà, infine, Giorgio Luzzana, dirigente dell’ATS di Bergamo. Le conclusioni saranno affidate Angelo Colombini, segretario della CISL nazionale. Coordinerà i lavori Saverio Capuzziello della UIL di Bergamo.