Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

30 E 31 OTTOBRE L'Domani e mercoledì - VIII CONGRESSO TERRITORIALE CGIL BERGAMO: “IL LAVORO È UNO SGUARDO AL FUTURO”. 1.235 assemblee svolte, quasi un terzo degli iscritti votanti, 322 delegati

on .

Dopo i dodici Congressi delle diverse categorie sindacali nelle ultime tre settimane, è arrivato ora il momento di aprire i lavori dell’VIII Congresso territoriale della CGIL di Bergamo, in programma domani, 30 ottobre, e mercoledì 31 nell’Auditorium Sant’Alessandro di via Garibaldi a Bergamo.

“Arriviamo a questo Congresso dopo 1.235 assemblee nelle aziende, negli uffici, nelle leghe (il 20% in più di quelle dell’ultimo appuntamento congressuale di quattro anni fa) e che ha visto quasi un terzo degli iscritti alla CGIL bergamasca votare i documenti ed eleggere i 322 delegati ad essi collegati” ha spiegato oggi, alla vigilia dell’apertura dei lavori, Gianni Peracchi, segretario generale della CGIL di Bergamo. “Il documento congressuale della maggioranza Il lavoro è ha ottenuto il 94,86% dei consensi mentre il documento di minoranza Riconquistiamo tutto il 5,14%. Una base consultiva importante di questi tempi. Non siamo quasi più abituati, almeno in ambito politico, a Congressi in cui ci si confronta così capillarmente. Oggi, tra partiti e organizzazioni fluide, prevale un concetto distorto della democrazia. Qualcuno la chiama democrazia diretta o del clic, ma nulla ha a che vedere con i fondamentali del principio democratico. Oggi, insomma, sembra quasi desueto praticare la partecipazione e discutere di merito o anche riporre la fiducia nel delegato o funzionario che ti aiuta a risolvere i problemi di ogni giorno”.

L’appuntamento è alle ore 9.00 di domani mattina con la costituzione della Presidenza e la nomina delle Commissioni politica, elettorale e di verifica dei poteri. Il segretario generale provinciale uscente Gianni Peracchi svolgerà la sua relazione di apertura dalle ore 9.30 e, dopo il saluto del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, del presidente della provincia Matteo Rossi, e dei colleghi di CISL e UIL, verrà aperto il dibattito con gli interventi dei delegati.

Alla ripresa dei lavori (ore 14.30) verrà presentata la ricerca dell’istituto IRES Lucia Morosini di Torino dal titolo “Le condizioni socio-economiche della popolazione di Bergamo. Aggiornamento dell’indagine all’ottobre 2018”, con i dettagli sul mercato del lavoro di Bergamo e i dati sulla composizione percentuale delle imprese attive per settore di attività economica, sulle start-up innovative, sulla retribuzione lorda media annua dei lavoratori dipendenti, ma anche sul livello di capitale umano territoriale nel 2016 (iscritti all’università, NEET, diplomati, laureati, mobilità laureati), sulla formazione professionale e sul reddito medio, sull’incidenza delle famiglie in povertà relativa e sull’imposizione fiscale.

Prima che l’indagine dell’IRES venga illustrata, Eugenia Valtulina, responsabile della Biblioteca “Di Vittorio” della CGIL di Bergamo, parlerà della sua ricerca storica dedicata proprio alla figura di Lucia Morosini a cui l’Istituto torinese è intitolato. Lucia Morosini è stata la prima donna ad entrare nel 1972 nella segreteria della Camera del lavoro di Bergamo. Nel 1977 è diventata prima responsabile dell’Ufficio formazione della CGIL Piemonte poi della FILTEA (il sindacato dei tessili e dell’abbigliamento) regionale. È morta giovanissima, a soli 33 anni, nel gennaio del 1982 per un’embolia, quando era segretario generale della FILTEA Piemonte.

A seguire, una nuova sessione di dibattito congressuale e l’intervento di Marco Di Girolamo della segreteria CGIL regionale.
Nel tardo pomeriggio, al termine dei lavori congressuali del primo giorno, è prevista la proiezione di “City of the sun” (Georgia, Paesi Bassi, Qatar, USA 2017), di Rati Oneli, film vincitore del Premio Giuria CGIL al Bergamo Film Meeting 2018. Il premio è stato attribuito dai delegati sindacali di CGIL Bergamo al regista del documentario in concorso che meglio affrontava i temi legati al mondo del lavoro.

Il giorno successivo, mercoledì 31 ottobre, dopo le comunicazioni delle Commissioni, si riaprirà il dibattito. A mezzogiorno è in programma l’intervento conclusivo di Vincenzo Colla della segreteria CGIL nazionale.
Dopo i diversi momenti di voto, alle ore 15.00  si insedierà la nuova Assemblea Generale della CGIL di Bergamo per l’elezione del Segretario Generale.