Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.

LUNEDÌ 10 DICEMBRE A BERGAMO, LETTURA PUBBLICA A PIÙ VOCI DELLA DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI, A 70 ANNI DALLA SUA APPROVAZIONE. POI UNA MOSTRA E DUE FILM

on .

“Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”: così recita il primo dei trenta articoli della Dichiarazione universale dei diritti umani, approvata settanta anni fa, il 10 dicembre 1948, dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite (ecco il testo completo: https://goo.gl/8W8Qni).

“DIFFICOLTÀ CHE SI MOLTIPLICANO SE LE MIGLIORI ESPERIENZE DEL NOSTRO TERRITORIO NON SONO SOSTENUTE DA POLITICHE NAZIONALI E REGIONALI. SU MOLTI FRONTI VEDIAMO PESSIMI SEGNALI” La nota di Gianni Peracchi, segretario generale della CGIL di Bergamo

on .

Sulle pagine della stampa locale si anima il dibattito sulle infrastrutture ma anche sulle frenate di quella che si profilava come una ripresa economica, ma si parla anche di ambiente e di accoglienza e sicurezza. Con alcune riflessioni per L’Eco di Bergamo, il segretario generale della CGIL di Bergamo Gianni Peracchi interviene su questi temi.

DECRETO SICUREZZA, DOPO L’APPROVAZIONE DEFINITIVA UN’ASSEMBLEA CGIL E ASGI A BERGAMO PER ILLUSTRARE CONTENUTI E CONSEGUENZE. Mercoledì 5 dicembre in via Garibaldi 3

on .

Dopo che ieri l'Aula della Camera ha approvato in via definitiva il Decreto Sicurezza con 396 voti favorevoli e 99 contrari, oggi CGIL di Bergamo e ASGI, l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione, annunciano un’assemblea pubblica per illustrarne nei dettagli contenuti e conseguenze.

CIESSE SRL IN LIQUIDAZIONE DI CISERANO: SCIOPERO E PRESIDI PROSEGUONO ANCHE GIOVEDI’ 22 E VENERDÌ 23 NOVEMBRE. Il 20 era arrivata la comunicazione del trasferimento collettivo (14 lavoratori) in provincia di Verona

on .

Alla Ciesse Srl in liquidazione di Ciserano i lavoratori hanno sciopero e sono scesi in presidio oggi in una mobilitazione che doveva concludersi a mezzogiorno ma che è durata fino alle 17: “Lo stesso accadrà domani, giovedì 22, e venerdì 23 novembre: sarà sciopero fino a quando l’azienda non ci incontrerà” ha detto Seck Cheikh Tidiane, il sindacalista che per la FIOM-CGIL di Bergamo segue l’azienda.

DIESSE RUBBER HOSES, È MORTO IL LAVORATORE COINVOLTO NELL’INFORTUNIO DEL 5/11. ASSEMBLEA DEI LAVORATORI. Salgono a 18 i morti sul lavoro dall’inizio del 2018 in provincia di Bergamo (o oltre i confini provinciali ma alle dipendenze di aziende bergamasche)

on .

Si allunga, purtroppo, la lista degli infortuni mortali avvenuti nei luoghi di lavoro in provincia di Bergamo. A pochi giorni dalla denuncia di quella che è stata definita “un’emergenza provinciale” da parte dei sindacati confederali che, venerdì davanti alla Prefettura, hanno svolto un presidio e hanno incontrato il Prefetto Elisabetta Margiacchi proprio sul tema della sicurezza sul lavoro, ieri è arrivata un’altra brutta notizia: è deceduto l’elettricista della ditta Elettrobonatese srl di Bonate Sopra che operava all’interno della Diesse Rubber Hoses Spa e che il 5 novembre scorso era rimasto coinvolto in un grave infortunio. Il lavoratore, che si chiamava Matteo Regazzi, era stato investito da una bobina caduta da un carrello elevatore.

Altri articoli...