Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

DIDATTICA A DISTANZA PER SECONDARIE DI SECONDO GRADO E ISTITUTI PROFESSIONALI: L’INTERVENTO DI BERNARDINI DI FLC-CGIL E SALA DI FITL-CGIL DI BERGAMO

on .

Sulla didattica a distanza obbligatoria a partire da lunedì 26 ottobre nelle scuole secondarie di secondo grado e negli istituti professionali della Lombardia, come prevede l’ordinanza della Regione, intervengono oggi, 22 ottobre, Elena Bernardini, segretaria generale del sindacato scuola FLC-CGIL, e Marco Sala, che guida il sindacato dei trasporti FILT-CGIL di Bergamo.

AUTOBUS E RIPRESA SCOLASTICA, FILT-CGIL DI BERGAMO: “PREOCCUPAZIONE PER LE LINEE GUIDA DEL MINISTERO APPROVATE”. Nei mesi scorsi 7 autisti in ospedale per Covid-19 in ATB. Casi anche in altre aziende

on .

C’è preoccupazione tra i conducenti dei mezzi del trasporto pubblico locale di Bergamo a pochi giorni dalla riapertura delle scuole e alla luce dell’approvazione, ieri, delle “Linee guida” del settore, al termine della Conferenza Unificata del TPL con la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) Paola De Micheli e il Ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia.
Tra le misure organizzative previste per il contenimento della diffusione del Covid-19, la novità che desta inquietudine tra i lavoratori è quella che riguarda i limiti di capienza: “Alla fine, visto il rischio che gli studenti rimanessero senza mezzi di trasporto, è stato approvato un coefficiente di riempimento che può arrivare all’80%, prevedendo una riduzione dei posti in piedi rispetto a quelli seduti. Praticamente è come dire: liberi tutti” commenta oggi Aniello Sudrio che per la segreteria della FILT-CGIL di Bergamo segue il settore.

L’EMERGENZA COVID FA ESPLODERE LE LISTE D’ATTESA PER ALTRE PATOLOGIE. Spi CGIL e Federconsumatori: “Si rischia di non garantire il diritto alla salute, serve una seria riorganizzazione”

on .

Stanchi di sentirci rispondere che abbiamo una sanità d’eccellenza, che siamo fortunati ad avere un welfare che non fa pagare il ticket ai meno abbienti (tanti dei nostri pensionati lo sono) vorremmo gridare: non paghiamo il ticket ma se vogliamo curarci dobbiamo pagare la visita privata, il SSN a Bergamo è eccellente ma solo se si riesce a usufruirne prima che sia troppo tardi.

UN’ALTRA MORTE BIANCA IN EDILIZIA. LA VITTIMA È UN LAVORATORE DI CALUSCO D’ADDA. I sindacati: “L’equazione ripresa uguale vittime non può essere accettabile”

on .

A distanza di una settimana dalla morte del lavoratore di Fara Olivana, l’edilizia conta un’altra vittima: a perdere la vita è un ragazzo di 20 anni residente a Calusco d’Adda. Il lavoratore stava ristrutturando la taverna di un appartamento a Bergamo insieme a un altro addetto, quando il solvente utilizzato per la rimozione della colla ha preso fuoco, forse per la caduta di un faretto alogeno utilizzato per illuminare il cantiere. Dopo l’infortunio l’uomo era stato ricoverato in prognosi riservata al centro Grandi ustionati di Genova, dove purtroppo è deceduto.

Altri articoli...