Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

RACCOLTA DIFFERENZIATA. MA NON PER TUTTI| Comune e Aprica cosa fanno per correggere l’andazzo?

on .

VIA CRISPI1  VIA CRISPI2

Dalle statistiche risulta che Bergamo è una città virtuosa nel campo della raccolta differenziata dei rifiuti.
Federconsumatori sostiene che non tutti i cittadini concorrono con uguale impegno a fare si che questo importante risultato sia conseguito.
Da tempo segnaliamo ad Aprica e all'assessorato all'ecologia del Comune che nel sistema della raccolta c'è un "buco".
Il "buco" è causato dal comportamento disinvolto di diversi operatori del commercio e della ristorazione i quali sembra non siano consapevoli dei propri doveri e trovano comodo conferire alla rinfusa gli avanzi derivanti dalla loro attività; vanificando così parte del lavoro di chi raccoglie i rifiuti e di chi diligentemente li differenzia
Ad esempio portiamo quanto succede periodicamente in via Crispi: il marciapiede ingombro di rifiuti in attesa di raccolta e nei sacchi grigi, che "percolano" liquami maleodoranti, verdura, lattine, bottiglie, plastica, carta. Ogni genere di scarto che dovrebbe essere conferito separatamente.
Il risultato principale di questo malcostume è che si continuano a mandare all'inceneritore molti materiali che possono essere riciclati con evidenti vantaggi economici ed ecologici.
Altro aspetto da tenere in considerazione è che coloro i quali in casa propria differenziano carta, vetro, ferro, plastica, umido e sfalci dal resto di quanto scartano (facendosi carico di notevoli disagi e costi aggiuntivi per rispettare le regole imposte)... si sentono irrisi da chi le contravviene platealmente e impunemente.