Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Ospedale nuovo: non solo disagi e disservizi. Ennesima "stangatina": aumentano i costi a carico dei cittadini per le visite intramoenia

on .

Dall'Ospedale Papa Giovanni XXIII ulteriori cattive notizie: questa volta aumentano le tariffe per chi si rivolge "privatamente" ai medici che operano all'interno della struttura.
Federconsumatori ha avuto notizia che i medici i quali scelgono di svolgere "intramoenia" la loro attività "libero-professionale", per il solo uso della stanza dove la visita viene effettuata, dovranno devolvere alla direzione ospedaliera una tariffa fissa di 25 € per visita (più del doppio di quanto sino a pochi giorni fa richiesto); ai quali, per l'utente, vanno aggiunte le spese per l'eventuale uso delle apparecchiature, del servizio infermieristico, del servizio di prenotazione. Oltre, ovviamente, la remunerazione per il professionista.
Una situazione che, se confermata, rischierebbe di vanificare i vantaggi reciproci che l'utilizzo delle potenzialità dell'Ospedale, altrimenti inutilizzate, offrono ai medici e, soprattutto, ai Cittadini che la struttura hanno pagato e continuano a pagare.
A queste condizioni è legittimo il sospetto che l'operazione "aumento dei costi" renda oggettivamente conveniente per l'utente del servizio sanitario nazionale rivolgersi alla cosiddetta "sanità privata".
Per quanto descritto Federconsumatori ha chiesto alla Direzione dell'Ospedale di rendere noti i criteri e i costi che applica nei confronti di chi fruisce del servizio evidenziato: non deve limitarsi a comunicare le proprie scelte ai soli medici.