Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

LODEVOLE INIZIATIVA DI “IMPRESE&TERRITORIO” PER CONOSCERE E FARE CONOSCERE OPPORTUNITÀ E RISCHI CONSEGUENTI ALLA RIFORMA DELLE BANCHE POPOLARI

on .

Giovedì scorso, 2 luglio, invitati all'evento in rappresentanza di Federconsumatori, abbiamo assistito all'interessante dibattito promosso a Bergamo da Imprese&Territorio sul tema della riforma delle Banche Popolari–Profili di Costituzionalità e Modelli Alternativi.
Gli eccellenti relatori intervenuti hanno evidenziato i rischi conseguenti alla riforma in atto. Operazione che sostanzialmente toglierà voce agli attuali soci delle banche territoriali e, mutando le finalità legate al credito, impoverirà i territori di quel valore dato dalla vicinanza e dalla conoscenza dei problemi rappresentato storicamente dalle banche cooperative e popolari.
In sostanza la riforma è stata definita da studiosi, economisti e giuristi potenzialmente lesiva degli interessi di piccole imprese, famiglie e lavoratori del settore bancario. Oltre che, per alcuni aspetti collegati al regolamento stilato dalla Banca d'Italia, incostituzionale.
Federconsumatori condivide le preoccupazioni emerse e sostiene la necessità di chiarimenti e modifiche alla Legge.
In più, dato che le relazioni hanno suscitato legittime perplessità sul futuro del sistema bancario italiano, ci interroghiamo sui motivi per cui nessun soggetto chiamato in causa come favorevole alla riforma sia intervenuto a sostegno delle proprie posizioni.
A nostro parere un dibattito è portatore di arricchimento quando le diverse idee si confrontano democraticamente in un civile contraddittorio.
Al contrario il silenzio di una parte può far nascere cattivi pensieri.