Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

LA POLIZIA LOCALE VA RISPETTATA NON TEMUTA. NO AL TASER

on .

Federconsumatori Bergamo sostiene e condivide le posizioni di chi ritiene di dire NO alla dotazione del “TASER” alla Polizia Locale.
La questione si pone in termini di tutela dei Cittadini che, sino a prova contraria, non devono essere considerati pericolosi delinquenti da neutralizzare ad ogni costo.
Per questo (la lotta alla malavita) i primi difensori della legalità sono i tutori dell’ordine che si identificano con gli appartenenti ai corpi statali dei Carabinieri, della Polizia, della Guardia di Finanza. Personale addestrato all’uso delle armi utili e necessarie per fronteggiare situazioni ad alto rischio contro criminali a loro volta armati e pericolosi.
Uno dei problemi che l’uso del TASER presenta è dovuto agli effetti che una scarica elettrica da 50.000v, sia pure a basso amperaggio, comporta sul corpo umano. In particolare nei confronti di donne incinte, anziani, soggetti cardiopatici, tossicodipendenti. Tutti soggetti che potrebbero incorrere in situazioni che prevedano l’intervento della Polizia Locale… senza per questo essere dei pericolosi delinquenti.
Al di là delle preoccupazioni legittimamente espresse dagli Amministratori del Comune di Bergamo a causa della mancanza di linee guida da parte del Governo sull’impiego di tali strumenti, Federconsumatori ritiene sia più utile per i Cittadini un maggiore impiego degli Agenti di Polizia Locale in compiti di assistenza ai Cittadini relativi alla sicurezza stradale, al controllo delle attività commerciali, alla verifica del rispetto delle norme urbanistiche. In sostanza di quelle attività normate dal regolamento di Polizia Locale.
In particolare all’Amministrazione comunale di Bergamo si chiede un sempre maggiore impegno nel valorizzare la Polizia Locale facendone conoscere il lavoro svolto.