Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Istat: attendibilità e utilità

on .

Federconsumatori Bergamo esprime preoccupazione in seguito alle notizie di stampa che informano del fatto che l'ISTAT, l'Istituto nazionale di Statistica, ha inoltrato al comune di Bergamo una lettera di sollecito a compiere verifiche su come dall'Ufficio locale si svolgono le rilevazioni statistiche in città.
La questione è particolarmente importante, anche perché Bergamo è parte dei capoluoghi campione per la raccolta dei dati utili per il controllo dell'indice dei prezzi, ma anche di altri fattori di attività economica e sociale che riguardano da vicino la qualità della vita dei cittadini e il suo andamento.
Ben vengano le verifiche che dovrebbero appurare se le indagini sui prezzi sono state svolte in modo regolare o se vi sono stati errori o negligenze da parte di coloro che hanno il compito di programmare ed effettuare le rilevazioni secondo le modalità stabilite dall'ISTAT. Rilevazioni che devono corrispondere a rigorosi principi etico-professionali e ai più avanzati standard scientifici.
A queste caratteristiche deve corrispondere il lavoro dei rilevatori, affinché siano attendibili le informazioni sulle quali si basa l'Istituto di Statistica nel fornire all'opinione pubblica, alle istituzioni locali e nazionali ed alle parti politiche e sociali i risultati delle analisi e le successive elaborazioni dei dati rilevati.
L'utilità dell'ISTAT, la cui autonomia va garantita, consiste principalmente nel fornire elementi affidabili.
Per questo ribadiamo l'importanza che vi sia attenzione da parte di coloro che hanno interesse a questi dati, per primo l'Amministrazione comunale di Bergamo.
Da di Federconsumatori si continuerà a chiedere che il "Laboratorio per il contenimento dei prezzi", contrariamente a quanto sin qui avvenuto, debba essere la sede in cui si valutano quei dati, dando ad essi il giusto valore