Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Città di Bergamo: nuovi cantieri in arrivo. A quando i ripristini e le manutenzioni? Lettera aperta all'Assessore ai lavori pubblici

on .

Gentile Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bergamo,
Federconsumatori, contando sulla Sua nota disponibilità ad accogliere suggerimenti e, eventualmente, critiche, in seguito al susseguirsi di comunicati che annunciano aperture di nuovi cantieri stradali in Bergamo (banda larga ultraveloce, teleriscaldamento, viabilità all'ospedale nuovo, ecc...), esprime soddisfazione e allo stesso tempo preoccupazione.
Siamo all'inizio della stagione propizia per eseguire le manutenzioni, sia quelle conseguenti a sistemazione di cantieri precedenti, sia quelle necessarie per "sistemare" i danni dovuti al passare del tempo.
Da parte dell'assessorato che Lei amministra, però, non c'è ancora il comunicato che interessa a molti cittadini: dove e quando si realizzeranno le opere necessarie a rendere la città sicura e gradevole alla vista di chi viene a visitarla, oltre che a chi ci vive e paga le tasse.
Consapevoli che i cantieri stradali sono inevitabilmente portatori di disagi (rallentamento del traffico, rumori, polveri,ecc...) vorremmo che si ponesse il massimo impegno nel limitare le difficoltà al minimo inevitabile (appunto).
Sapere per tempo dove e quando inizieranno i lavori, sarebbe d'aiuto a chi ne dovrà subire gli aspetti meno gradevoli. Anche conoscere le date in cui presumibilmente gli interventi dovrebbero terminare sarebbe gradito da chi deve programmare le proprie attività.
Per finire: speriamo ci sia risparmiato lo spettacolo poco edificante di vedere asfaltare strade e marciapiedi, e poi, nei mesi successivi, assistere, sempre sui medesimi luoghi, a nuove manomissioni per permettere la posa di quanto si diceva all'inizio: lavori per banda larga, teleriscaldamento, attraversamenti per allacciamenti servizi, ecc...
In attesa di pubbliche informazioni, chiare, diffuse e affidabili, si ringrazia anticipatamente.

Bergamo, venerdì 3 maggio 2013