Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

CHI TUTELA LA SALUTE DEI CITTADINI/CONSUMATORI? Il glifosato è un efficace erbicida definito e indicato da una parte del mondo scientifico come “probabilmente” cancerogeno

on .

In Italia i Ministri Martina e Lorenzin sono favorevoli all’eliminazione, ma, a novembre scorso, gli Stati membri dell’Unione Europea hanno deciso che l’utilizzo del glifosato in agricoltura sarà consentito ancora per i prossimi cinque anni.
Federconsumatori Bergamo si pone alcune domande: IL GLIFOSATO È CANCEROGENO OPPURE NO? POSSIAMO SAPERE CHI LO UTILIZZA E PER FARE COSA? A BERGAMO GLI AGRICOLTORI LO IMPIEGANO SUI LORO CAMPI?
Dato che sembra sia in gioco la salute delle Persone, la questione è di rilevante interesse e fonte di contraddizioni notevoli anche sul nostro territorio. Da una parte abbiamo Coldiretti che si sta battendo senza remore alcune per l’abolizione del glifosato subito. Dall’altra Confagricoltura che è di parere opposto.
Intanto, a prescindere dalle posizioni delle due maggiori associazioni italiane del mondo agricolo, in assenza di una legge chiara e non “interpretabile”, è impossibile sapere quale sia il comportamento dei singoli operatori.
Senza avventurarci nella disputa tra favorevoli e contrari, vorremmo che i cittadini/consumatori potessero scegliere tra gli alimenti ottenuti con l’utilizzo di questo potente erbicida e i prodotti che non ne hanno subìto la contaminazione. Anche facendosi carico degli inevitabili costi aggiuntivi che ne derivassero: vedi ad esempio i prodotti Bio, ecc…
Per avvicinarsi a tale risultato sarebbe indispensabile fosse obbligatorio aggiungere l’informazione “coltivato con o senza glifosato”, alle etichette che certificano la tracciabilità del prodotto a partire dal paese di produzione.