Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

BUONE NOTIZIE PER GLI UTENTI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO| Ritorna il fondo per perdite occulte

on .

Premesso che Uniacque non è Babbo Natale… Federconsumatori ritiene si tratti di un’opportunità da cogliere.
Federconsumatori apprende che Uniacque, finalmente, s’è decisa ad accogliere le ripetute richieste fatte dalle associazioni dei consumatori di ripristinare il “servizio” di tutela contro le perdite occulte.
Questa opportunità era in vigore durante la gestione di BAS-SII e venne abolita proprio da Uniacque quando subentrò al precedente Gestore.
Per la necessaria trasparenza ricordiamo che tale servizio è a carico degli Utenti che volontariamente decideranno di aderire; mentre, da regolamento, “Qualora il fondo risultasse in perdita Uniacque Spa dispone idoneo adeguamento della quota di adesione.” Viceversa “qualora il “Fondo” avesse disponibilità eccedenti rispetto ai prelievi effettuati, queste permangono nel “Fondo” vincolate alla medesima destinazione”.
Altro aspetto discutibile è che, in caso di perdite occulte, chi aderisce al fondo per poterne fruire dovrà “concorrere al costo dei sopralluoghi ed ai correlati diritti amministrativi con una quota come definita nel listino allegato “A”. Tradotto in termini chiari si tratta di pagare 75,00 Euro per “Istruttoria pratiche per abbuono perdite idriche (comprensivo di sopralluogo di controllo).
A conti fatti ribadiamo che, a nostro parere, vale la pena aderire a tale iniziativa anche se la “concorrente” Hidrogest, la quale opera nell’Isola Bergamasca, grazie all’intuizione dello scomparso Presidente Mazzola, da tempo, CON 50 CENTESIMI DI EURO IN PIU’ ALL’ANNO EROGA UN SERVIZIO MIGLIORE. SIA SOTTO L’ASPETTO DELLE TUTELE (NESSUN COSTO AGGIUNTIVO PER SOPRALLUOGHI E RIMBORSI PER TUTTO IL CONSUMO ECCEDENTE), SIA SOTTO QUELLO DELLE PROCEDURE PER ACCEDERVI.

P.S. Dopo avere letto l’annuncio pubblicizzato con enfasi del Presidente di Uniacque, abbiamo chiesto agli Uffici della Società quali sono le modalità da seguire per accedere al servizio. Ci è stato risposto di avere pazienza e richiamare verso la fine di settimana prossima.