Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

BERGAMO ONORANZE FUNEBRI DEVE RIMANERE DI PROPRIETÀ PUBBLICA

on .

Nonostante le ripetute rassicurazioni dette e scritte dall’Assessore ai Servizi Cimiteriali Giacomo Angeloni con cui ribadisce che il bando emesso da B.O.F. la primavera scorsa riguarda esclusivamente l’affitto/usufrutto di azienda, voci ricorrenti e articoli di stampa parlano ciclicamente della possibilità che l’Amministrazione comunale di Bergamo ceda la proprietà di B.O.F. a non meglio definite “Imprese Private”.
Nell’occasione Federconsumatori Bergamo ribadisce l’importanza che la gestione pubblica di Bergamo Onoranze Funebri ha rappresentato e rappresenta in termini di qualità del servizio erogato e contenimento dei costi per i Cittadini.
Inoltre la presenza sul territorio della B.O.F. in questi anni è servita da deterrente contro le tentazioni di Agenzie di pompe funebri “disinvolte” che, sino all’avvento della società comunale, lucravano indisturbate sui sentimenti e il comprensibile smarrimento in cui ci si trova quando in famiglia si deve affrontare un evento luttuoso… e non si sta a guardare con la dovuta attenzione al prezzo di quanto ci viene proposto dal primo arrivato per dare degna sepoltura al nostro caro defunto.
Sulla questione, sino a prova contraria, non abbiamo motivo per dubitare della volontà espressa dal Consiglio Comunale perché l’eventuale cessione si limiti alla gestione del servizio, con la garanzia che: A) la proprietà rimanga al Comune; B) i prezzi dei servizi erogati siano concordati con l’Amministrazione; C) professionalità e qualità delle prestazioni vengano mantenute ai livelli attuali. Con relativi protocolli di controllo sulle operatività e sanzioni certe in caso di inadempienze.