Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

BENZINA SCONTATA FINO AL 40%!. “IO NON CI CASCO”| Questo il suggerimento di Federconsumatori

on .

Federconsumatori ha ricevuto richieste di rassicurazioni in merito all'offerta di sconti fantastici sull'acquisto di carburante: "OFFERTA" che viene depositata nella cassetta delle lettere di molti bergamaschi.
La proposta viene da una sedicente "Bank Of Fuel Italia" e si sostanzia nel versamento di cifre che variano da 99 euro sino a 299 euro a favore di questi "imprenditori". Il tutto tramite bollettino postale gentilmente allegato alla lettera.
In cambio si dovrebbe ricevere una carta di credito (raffigurata come aderente al circuito MASTERCARD) "utilizzabile in tutti i distributori di carburante presenti sul territorio nazionale ad esclusione dei distributori indipendenti" per l'acquisto di carburante dal valore che va dai 140 euro (pagata 99) ai 470 euro (quella pagata 299).

ATTENZIONE PRIMA DI INVIARE SOLDI A DEGLI SCONOSCIUTI

  • La sola promessa di sconti del 40% sul costo del carburante deve fare riflettere. Ad esempio: quali e chi sono i "distributori indipendenti"?
  • Abbiamo cercato tra gli intermediari iscritti nell'albo ed elenchi di Vigilanza della Banca d'Italia il nome "Bank Of Fuel Italia", e non l'abbiamo trovato
  • L'uso, nella denominazione o in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, delle parole "banca", "banco", "credito", "risparmio", ovvero di altre parole o locuzioni, anche in lingua straniera, idonee a trarre in inganno sulla legittimazione dello svolgimento dell'attività bancaria è vietato a soggetti diversi dalle banche (Articolo 133 del Testo Unico Bancario)
  • Il Presidente dei Gestori impianti stradali di carburante dell'ASCOM Giuseppe Milazzo, da noi informato di quanto succede dichiara che non esiste alcun impegno da parte dei gestori per l'accettazione di tale "Carta Carburante" e aggiunge che sono in circolazione anche inviti via SMS all'acquisto costo di falsi "buoni" per un litro di carburante a 1 euro.