Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

A BERGAMO SEMAFORO VERDE SOLO PER SPEEDY GONZALES…| E poi ci lamentiamo della poca sicurezza per i pedoni

on .

SEMAFORO VIAGARIBALDI

Sull'asse di viale Papa Giovanni, ma non solo, agli incroci i pedoni che volessero rispettare alla lettera le regole del Codice della Strada, dovrebbero essere più veloci del famoso topo dei cartoni animati. E essere più reattivi di un centometrista.
Per esempio evidenziamo che all'incrocio tra viale Papa Giovanni XXIII con le Vie Paleocapa e Angelo Mai il tempo di "verde" riservato ai pedoni è di 5 secondi. Mentre il traffico veicolare fruisce di tempi notevolmente maggiori.
Medesimo problema lo si riscontra all'incrocio tra via Bonomelli, piazzale Marconi, viale Papa Giovanni. Sempre 5 secondi di "verde" per i pedoni.
Si tratta di due incroci particolarmente utilizzati, sia dai pedoni sia dagli automobilisti: siamo sulla direttrice che porta alla stazione ferroviaria, al tram delle Valli e alle autolinee e i passaggi zebrati sono lunghi oltre 20 metri.
Analoga situazione all'incrocio tra via Garibaldi e Sant'Alessandro. In questo caso il passaggio pedonale è di "appena" una decina di metri ma, comunque, 5 secondi sono sempre troppo pochi per attraversare.
Federconsumatori contesta questo modo di gestire la sicurezza stradale in Città.
Se è vero che il "giallo" darebbe la possibilità di raggiungere il lato opposto a quello di partenza, è altrettanto vero che ai semafori indicati manca un temporizzatore in grado di indicare il tempo residuo a disposizione.
Il risultato è che molti pedoni si fidano ad attraversare col giallo, che credono "lungo", e si trovano a passare col rosso, mentre molti automobilisti, che hanno il verde, si imbattono in pedoni "ritardatari".