Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

16 OTTOBRE 2014: SI DEVE PAGARE LA TASI| Tassa per i servizi indivisibili

on .

Federconsumatori Bergamo sottolinea la "poca" trasparenza che caratterizza l'imposizione della TASI da parte delle amministrazioni comunali.
I Cittadini sono tenuti a pagare la nuova tassa che sostituisce l'IMU; ma comprende anche una quota dedicata ai costi di Illuminazione pubblica, Sicurezza, Anagrafe e Manutenzione strade.
I diversi siti internet dei Comuni (premesso che non tutti posseggono strumenti per utilizzare Internet) forniscono a malapena le indicazioni sul come e quando pagare la tassa.
I migliori aggiungono alle informazioni utili che l'odiata tassa è per colpa del Governo e non degli amministratori locali.
Quello che nessuno spiega è quanto questi "servizi indivisibili" incidano sul totale della tassa; e nemmeno si spiega se la quota versata, o da versare, copra l'intero costo dei servizi o in che percentuale.
Noi riteniamo che una delle regole da osservare da parte di chi chiede soldi sia quella di motivare la richiesta.
La questione non è di poco conto perché i cosiddetti "servizi indivisibili" sono sempre stati pagati utilizzando le entrate versate dai Cittadini/Contribuenti. Quindi, dovrebbero esserci delle economie da altre parti.
Federconsumatori ritiene doverosa l'informazione evidenziata e sostiene la necessità che sulla cartella esattoriale della TASI siano indicate le diverse quote relative ai motivi per cui è chiesto il versamento del tributo.
Un ulteriore auspicio è che il Comune capoluogo sia d'esempio virtuoso in quella che riteniamo sia una forma di rispetto nei confronti dei contribuenti.