Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Reggiani Macchine di Grassobbio, domani la firma del rinnovo dell'integrativo aziendale

on .

 

La precedente intesa era scaduta il 31 dicembre del 2010. Sui contenuti dell'accordo si sono espressi ieri i lavoratori: dei 109 aventi diritto al voto, i votanti sono stati 65, 60 favorevoli e 4 contrari (più una scheda nulla). L'ipotesi di rinnovo era stata raggiunta il 10 maggio scorso.
"Siamo contenti del fatto che una trattativa così estenuante sia arrivata ad una soluzione positiva, soprattutto in una fase economica in cui rinnovare un integrativo non è così scontato. L'accordo prevede un Premio di risultato variabile, con importi massimi migliorativi rispetto alla precedente intesa: 2.500 euro per il 2013, 2.600 per il 2014 e 2.700 per l'anno successivo. Questo Premio si aggiunge a quello di produzione fisso di 826 euro" ha commentato poco fa Andrea Agazzi della FIOM-CGIL, che domani firmerà l'accordo. "Il testo prevede, poi, un Premio sulla professionalità per operai diretti e indiretti, l'introduzione di un Premio presenza che prima non esisteva, un permesso retribuito di un giorno aggiuntivo per la nascita dei figli (giornata ulteriore a quella prevista dalla nuova legge in materia). Al capitolo delle trasferte, dal momento che durante la trattativa l'azienda ha avanzato condizioni a nostro avviso non condivisibili, le parti si sono impegnate a tornare a discuterne entro la fine dell'anno. Su questo e su altri punti, infatti, la trattativa si è svolta con difficoltà e in tempi davvero lunghi che ci hanno spinto anche a sospendere il lavoro straordinario: malgrado le commesse arrivino, abbiamo registrato una forte rigidità da parte della direzione nel concedere qualche beneficio economico in più".