Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Novem Car Interior Design di Bagnatica, scattano i 98 licenziamenti

on .

 

Ricordiamo che nell'azienda specializzata nella produzione di interni in legno per automobili d'alta gamma (Mercedes, Audi, ecc.) a febbraio 2012 l'allora amministratore delegato Karl August Kumpf aveva annunciato 129 esuberi per l'uscita dalla produzione dei modelli di auto C6 e Rover LR 322. I tagli erano, poi, scesi a 117, quindi a 114, oggi a 107. Alcuni lavoratori hanno raggiunto i requisiti per la pensione, dunque senza occupazione da domani resteranno in 98.
Mercoledì sera, 8 maggio, si è tenuto l'incontro in cui è stato raggiunto l'accordo per un periodo di cassa ordinaria che partirà da domani e che riguarderà al massimo 80 lavoratori dei 191 rimasti in organico a Bagnatica. L'intesa prevede, oltre alla rotazione, anche incontri mensili di controllo e verifica dell'applicazione dell'ammortizzazione. L'azienda si è impegnata ad anticipare l'indennità. Questo nuovo periodo di cassa è stato richiesto per future e già previste flessioni produttive.
Venerdì scorso, poi, i sindacati di categoria FILLEA-CGIL e FILCA-CISL, insieme alle RSU, hanno anche chiesto un incontro all'assessorato provinciale al Lavoro per un ulteriore tentativo di riqualificazione e ricollocazione di chi sta per lasciare l'azienda.
"Per i 98 lavoratori in uscita chiediamo con urgenza la presa in carico da parte degli uffici per l'impiego, percorsi di ricollocazione e politiche attive che non li abbandonino" hanno detto oggi Gianbattista Locatelli della FILLEA-CGIL e Gabriele Mazzoleni della FILCA-CISL di Bergamo. "Restano, poi, altri timori per il 2015, quando si prevede che uscirà dalla produzione il modello Touareg Volkswagen: visto che i tempi tecnici per avviare nuove produzioni si aggirano attorno ai 12 - 18 mesi, è già ora di impegnarsi per trovare soluzioni che possano prevenire altri esuberi. Certo è che cogliamo come un segno di speranza l'investimento che l'azienda ha fatto per l'aggiornamento elettrostatico dei quadri elettrici, con una spesa di 125mila euro entro luglio".