Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Quando nasce la Biblioteca

Nasce la biblioteca


Nel 1903 da parte dei responsabili della Camera del lavoro si sente la necessità di disporre di maggiori strumenti conoscitivi e critici sulla realtà su cui si intende agire. Affiora dunque l'esigenza di compiere uno sforzo culturale all'interno dei propri quadri, che si affianchi all'azione di "eduzione" delle masse, tradizionalmente sostenuta dai socialisti.
In questo senso si muove anche l'istituzione di una Biblioteca circolante, di cui è nominato responsabile, nel gennaio 1903, Arturo Barcella. Il mese successivo la Sezione tipografi decide di versare la sua biblioteca alla Camera del lavoro, per sostenere questa iniziativa.(A. Bendotti, G. Bertachi, Liberi e uguali)

 

SCHEDA CONOSCITIVA 

Biblioteca “Di Vittorio” Cgil Bergamo della Camera del lavoro di Bergamo

Codice ISIL IT-BG0364

Codice SBN: IT-BG0364/ LO185

Sede: Bergamo, via G. Garibaldi 3/e - 24124
mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 0353594350

 

Sito web: http://new.cgil.bergamo.it/biblioteca/

Pagina anagrafe biblioteche italiane: http://anagrafe.iccu.sbn.it/opencms/opencms/ricerche/dettaglio.html

Notizie storiche e altre notizie utili
La Biblioteca "Di Vittorio"- Centro di documentazione sindacale della CGIL di Bergamo è una struttura, aperta a tutti dal 1989, che comprende la Biblioteca e l'archivio storico dell'organizzazione e conserva giornali, periodici, opuscoli, volumi, fotografie e altro materiale non librario. Il suo obiettivo è quello di essere non solo un deposito di memorie del passato ma uno strumento attivo, che agisce con tutto il sindacato e con le strutture che operano nel campo della cultura e della società, a disposizione di studenti, giovani, lavoratori, studiosi e pensionati.
La Biblioteca "Di Vittorio" vuol essere un punto di riferimento per promuovere ricerche sulla storia del sindacato e dei lavoratori, e sul loro ruolo nell'evoluzione economica, sociale e culturale del territorio bergamasco; per diffondere i risultati di tali studi; per stabilire rapporti di collaborazione
con altre biblioteche, Istituti di ricerca, Atenei; per promuovere la pubblica lettura, per organizzare occasioni di discussione e dibattito.
Presso la struttura della Biblioteca è possibile svolgere stage formativi universitari.
Dal 2010 è attivo presso la Biblioteca un gruppo di lettura ad alta voce, ad iscrizione libera e cadenza settimanale, che promuove la conoscenza di libri sul lavoro.
Dal 1995 fino al 2009 è stata inserita nel Sistema bibliotecario del Comune di Bergamo. Dal 2010 è diventata una biblioteca autonoma del Polo Lombardo del S
istema bibliotecario nazionale, nel cui catalogo è possibile trovare una parte dei volumi conservati dalla Biblioteca, in costante incremento. La Bibliotecaha in catalogo - tra gli altri - i volumi Ediesse (produzione completa a partire dal 2007) casa editrice della CGIL nazionale.
A partire dal nucleo originario dei testi a disposizione dei corsisti delle 150 ore, la biblioteca è andata via via arricchendosi di acquisti e donazioni. Tra gli ultimi arrivi, segnaliamo il fondo Parolini, il fondo  Meriggi, il fondo Monannin e il fondo Bertacchi

Materiale pregiato: essendo una biblioteca contemporanea, il materiale pregiato è costituito da alcuni fondi archivistici attinenti le vicende del movimento operaio bergamasco, dalle origini agli anni Settanta. Meritano una segnalazione a parte le Carte Franco Emondi, che ricostruiscono uno degli scioperi più significativi nella storia del lavoro italiano, quello di Ranica del 1909 (vedi descrizione sul sito della Biblioteca).

Promuove la conoscenza del proprio patrimonio attraverso la pubblicazione di studi e cataloghi, la preparazione di bibliografie e repertori specialistici, la partecipazione a sistemi di rete integrati.

Biblioteca a carattere specialistico su tematiche attinenti alla materia sindacale e in particolare: economia, giurisprudenza, sociologia, storia contemporanea, sociologia e geografia economica


Orario di apertura al pubblico
lunedì:
dalle 9 alle 12.30; dalle 14 alle 17
martedì: dalle 9 alle 12.30; dalle 14 alle 17
mercoledì: dalle 9 alle 12.30; dalle 14 alle 17
giovedì: dalle 9 alle 12.30; dalle 14 alle 17
venerdì: dalle 9 alle 12.30; dalle 14 alle 17

Prestito:

Cataloghi a disposizione degli utenti:
-- cartacei n. 3.

-- informatizzati n. 1

Direttore della Biblioteca Eugenia Valtulina

Responsabile dell'Ente proprietario Giovanni Peracchi