NIDIL CGIL si occupa dei collaboratori, dei lavoratori autonomi occasionali e con partita IVA
___________________________________

Esiste ancora il contratto a progetto?
La normativa sul contratto a progetto è stata modificata dal c.d. Jobs Act.
Se sei un collaboratore coordinato e continuativo (co.co.co.) puoi rivolgerti a NIDIL CGIL per avere informazioni e assistenza su:

 

Esiste ancora la collaborazione occasionale (mini co.co.co.)?
La collaborazione occasionale (o mini co.co.co.) è stata abolita a seguito dell'entrata in vigore del D.lgs. n. 81/2015, attuativo della legge delega n. 183/2014 (c.d. Jobs Act).

La collaborazione occasionale non va confusa con il lavoro autonomo occasionale, che trova la sua fonte normativa negli artt. 2222 e seguenti del Codice Civile, non interessati dalle modifiche introdotte dal D.lgs. 81/2015 e tuttora in vigore.

E il contratto di associazione in partecipazione?
Nel contratto di associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro l'imprenditore attribuisce al lavoratore una partecipazione agli utili aziendali, in cambio di un apporto in lavoro.

Il D.lgs. n. 81/2015, attuativo della legge delega n. 183/2014 (c.d. Jobs Act), ha statuito l'abrogazione del contratto di associazione in partecipazione con apporto di lavoro.

LE PARTITE IVA INDIVIDUALI

Vi occupate delle partite IVA?
NIDIL CGIL si occupa dei lavoratori autonomi occasionali e con partita IVA individuale. Non ci occupiamo degli artigiani, dei commercianti e delle società.

Nei contratti di prestazione d'opera (o consulenze professionali) il prestatore di lavoro (con partita IVA individuale), dietro corrispettivo, si impegna a compiere un'opera o un servizio attraverso il proprio lavoro e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente.

___________________________________________________

IL REGIME PREVIDENZIALE PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS
L'iscrizione al fondo di Gestione Separata presso l'INPS è prevista per:

  • le collaborazioni coordinate e continuative (co.co.co.),
  • le partite IVA non iscritte ad altre casse previdenziali (o per attività diverse da quelle della cassa a cui sono iscritti),
  • le prestazioni occasionali (Presto e Libretto di famiglia),
  • il lavoro autonomo occasionale oltre i 5.000 €/anno.

Aliquote contributive per il 2018 per collaboratori, figure assimilate e liberi professionisti
Circolare INPS n. 18 del 31/01/2018

La ripartizione dell'onere contributivo tra collaboratore e committente è stabilita nella misura rispettivamente di 1/3 e 2/3. L'obbligo di versamento dei contributi è in capo al committente, che  deve eseguire il pagamento entro il 16 del mese successivo a quello di effettiva corresponsione del compenso.
I contributi per i professionisti iscritti alla Gestione separata INPS sono interamente a carico del lavoratore autonomo. Il versamento vede essere eseguito secondo le scadenze previste per il pagamento delle imposte sui redditi.