Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

NOTIZIE

CCNL CEMENTO: PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE CON UN PACCHETTO DI 24 ORE DI SCIOPERO

In data 6 maggio u.s., nel corso di una riunione, Federmaco informava le Segreterie Nazionali di FENEAL, FILCA, FILLEA in merito alla volontà delle Aziende associate di voler applicare quanto previsto al comma 3 dall’art. 44 - Aumenti retributivi e nuovi minimi tabellari contrattuali - del vigente CCNL Cemento, Calce, Gesso e Malte (01/01/2013 – 31/12/2015).

In base a ciò, le Aziende ritengono di non dovere più erogare l’ultima tranche di aumento salariale (pari a € 55,00 a parametro 140) da corrispondere a partire dalla mensilità di giugno 2015.

Le Commissioni e Consulte Nazionali del Settore Cemento, Calce, Gesso e Malte, unitamente alle Segreterie Nazionali di FENEAL, FILCA, FILLEA, riunite a Roma l’11 maggio 2015, per esaminare la situazione, hanno deciso, qualora le Aziende scelgano di NON EROGARE l’ultima tranche di aumento salariale, lo stato di agitazione permanente che comprende un pacchetto inziale di 24 ore di SCIOPERO.

I tempi e le modalità dello sciopero, saranno definiti qualora fosse confermata la suddetta decisione da parte delle Direzioni aziendali.

Roma, 11 maggio 2015