Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

NOTIZIE

FIMET DI GRUMELLO, QUATTRO STIPENDI ARRETRATI E LA COSTANTE RICHIESTA DI LAVORO STRAORDINARIO: SCIOPERO CON PRESIDIO LUNEDÌ 24 NOVEMBRE

Lavoro straordinario richiesto di continuo ai lavoratori, eppure gli stipendi non arrivano mai: succede alla Fimet spa, azienda di Brescia con una sede anche a Grumello del Monte dove lavorano circa 120 persone delle 260 in organico per la società.
Riuniti in assemblea venerdì 14 novembre, i dipendenti che all'interno dell'azienda fanno capo a diversi comparti (edile, trasporti e metalmeccanico) hanno deciso di protestare proclamando uno sciopero di 8 ore per lunedì 24 novembre con un presidio davanti ai cancelli di via Europa 23 a Grumello (a partire dalle ore 7.00 e fino alle 12.00).

"Mancano all'appello le retribuzioni di luglio, agosto, settembre e ottobre per tutti i 260 dipendenti con l'eccezione di circa 40 lavoratori, per i quali abbiamo chiesto gli stipendi direttamente alla committente BBM spa, la società costituita per la costruzione della Brebemi" hanno spiegato oggi Paolo Invernici della FILLEA-CGIL, Mirko Capelli di FILCA-CISL, Francesco Grieco della FENEAL-UIL di Bergamo. "Da luglio abbiamo incontrato l'azienda una decina di volte: abbiamo solo sentito formulare promesse mai mantenute. I lavoratori a questo punto sono esasperati da un'attesa difficilissima da sostenere economicamente. Siamo consapevoli del fatto che, oltre alle responsabilità dirette dell'azienda, ci si muove in un contesto sfavorevole di crediti non pagati da parte dei committenti, alcuni milioni di euro che Fimet non sta incassando. La rigidità del sistema bancario, poi, ha fatto il resto. Tutti elementi che ci preoccupano e che temiamo possano compromettere la tenuta occupazionale. Così, però, non si può andare avanti".