Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

NOTIZIE

13 DICEMBRE SCIOPERO! SCIOPERO NAZIONALE DI OTTO ORE CON MANIFESTAZIONI TERRITORIALI A MILANO, ROMA, NAPOLI, PALERMO.

ZERO EURO DI AUMENTO, MESSA IN DISCUSSIONE DELL’APE
QUESTA LA PROPOSTA INDECENTE DI ANCE E COOP
PER IL RINNOVO DEL CCNL EDILIZIA
E ALLORA, NON CI RESTA CHE..
SCIOPERARE!
 
21 NOVEMBRE 2013 > ROTTURA DELLA TRATTATIVA
Nell’ultimo incontro tra sindacati e associazioni datoriali per il rinnovo del CCNL Edilizia, le
delegazioni di ANCE e COOP hanno avanzato una serie di proposte, provocatorie e vergognose,
che rappresentano un attacco pesantissimo al Contratto nazionale di lavoro ed al suo ruolo di
tutela dei diritti dei lavoratori e delle retribuzioni rispetto all’inflazione. In tal modo Ance e Coop
si sono assunte la responsabilità politica della rottura del negoziato.
LE PROPOSTE INDECENTI DI ANCE E COOP:
 
AUMENTO DI… ZERO EURO! Da Ance e Coop la proposta di andare al rinnovo del
Contratto nazionale senza alcun aumento delle retribuzioni
 
MESSA IN DISCUSSIONE DELL’APE Ance e Coop, sconfessando gli affidamenti raggiunti in
precedenti confronti , hanno avanzato una proposta che di fatto "elimina" l’Anzianità
Professionale Edile (APE), provocando un calo delle retribuzioni di tutti i lavoratori, ad iniziare da
quelli con più anzianità.
 
BILATERALITA’, SOLO TAGLI Ance e Coop hanno riproposto una logica che, anziché
favorire interventi volti al rilancio, alla riqualificazione e alla riunificazione del sistema per
garantire un servizio più efficace ed efficiente, punta solo a generare risparmi per le imprese, con
tagli lineari ai costi contrattuali.
 
SIAMO DAVANTI AD UNA VERA PROVOCAZIONE!
Le posizioni delle controparti rappresentano la parte più conservatrice del
padronato, che vuole uscire dalla crisi ridimensionando il ruolo del CCNL, della
contrattazione di secondo livello, della bilateralità, dei diritti dei lavoratori e delle
regole necessarie ad una rigorosa competizione. E allora, occorre far sentire forte la
nostra voce!
13 DICEMBRE SCIOPERO!
SCIOPERO NAZIONALE DI OTTO ORE
CON MANIFESTAZIONI TERRITORIALI A
MILANO, ROMA, NAPOLI, PALERMO.
 
LE PROPOSTE DI FENEAL FILCA FILLEA
Confermiamo la nostra disponibilità a rinnovare un CCNL in linea con gli accordi
già realizzati nelle costruzioni, cemento, lapidei, laterizi e manufatti, legno,
piccole e medie imprese edili. Ma la crisi non ha impedito di trovare soluzioni e
accordi aderenti alle regole condivise ed esistenti a livello confederale!
E ALLORA, VOGLIAMO:
RINNOVARE IL CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO
UN ADEGUATO AUMENTO SALARIALE
MANTENERE L‘APE COME DIRITTO CONTRATTUALE
UN LAVORO DIGNITOSO, SICURO E REGOLARE
DIFENDERE E AMPLIARE I NOSTRI DIRITTI
Molti dei problemi incontrati nella trattativa derivano dalla difficoltà di Ance e Coop di
rappresentare realmente il settore. E' per questo motivo che chiediamo norme che siano
in grado di misurare l'effettiva rappresentanza di tutte le controparti.
QUESTA È LA VIA DI USCITA DALLA CRISI.
QUESTI SONO GLI OBIETTIVI PER CUI CI BATTIAMO
E PER I QUALI, SE NECESSARIO, PROSEGUIREMO LA NOSTRA LOTTA!
Il disegno e la strategia di ANCE e COOP non devono passare e non
passeranno. Per questo abbiamo proclamato lo sciopero nazionale dell’edilizia.
Per queste ragioni chiediamo a tutti i lavoratori di partecipare in
massa allo sciopero e alle manifestazioni.
13 DICEMBRE SCIOPERO!
SCIOPERO NAZIONALE DI 8 ORE