Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

NOTIZIE

CTG SPA, SIGLATO IERI L’ACCORDO DI CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA

Per 80 persone 21 mesi di ammortizzatori sociali.

Nell'ambito della ristrutturazione in corso all'interno del Gruppo Italcementi, anche per CTG, il Centro Tecnico di Gruppo, è arrivato il momento del piano di riorganizzazione: è stato presentato ieri in Confindustria dove, contestualmente, è stato raggiunto un accordo per la richiesta di cassa integrazione straordinaria per un massimo di 80 persone e per 21 mesi a partire dal 6 maggio 2013 e fino al 31 gennaio 2015.
In CTG lavorano circa 290 persone. 35 di loro si trovano già in cassa ordinaria dal febbraio scorso e fino a maggio: questo ammortizzatore era stato chiesto proprio in attesa della presentazione del piano illustrato ieri. Ancora prima, CTG aveva usufruito di 12 mesi di cassa straordinaria per 60 persone, periodo conclusosi il 31 gennaio scorso.
"Il piano di riorganizzazione prevede un ridisegno degli assetti organizzativi e prevede, appunto, il ricorso alla cassa straordinaria" hanno detto poco fa Luciana Fratus della FILLEA-CGIL, Umberto Giudici della FILCA-CISL e Duilio Magno di FENEAL-UIL di Bergamo. "Ieri sera è stato firmato l'accordo sindacale, quasi del tutto simile a quello siglato per Italcementi, in cui si prevede l'anticipazione della cassa da parte dell'azienda, la rotazione attuata tra profili fungibili e esigenze tecnico organizzative, la formazione e riqualificazione del personale attraverso specifici piani formativi che si concretizzeranno a metà giugno, l'apertura di una procedura di mobilità non oppositiva (volontaria) che prevede incentivi all'esodo, il trasferimento infra-gruppo, incentivi alla ricollocazione o autoimprenditorialità e l'outplacement attraverso agenzie specializzate. Durante la cassa sono riconosciuti 550€ lordi di integrazione dopo tre mesi di ammortizzazione anche non continuativa e un concorso spese per figli di €1.000 dopo sei mesi su base annua. Siamo contenti che l'accordo sia in linea con quello siglato con Italcementi a dicembre: abbiamo così assicurato parità di trattamento tra lavoratori che appartengono al medesimo gruppo. La rotazione dei lavoratori avverrà, anche in questa realtà produttiva, in relazione alle fungibilità professionali sull'intero organico e alle esigenze tecnico organizzative: punto fondamentale, questo, dal momento che obbliga l'azienda ad applicare correttamente la rotazione. Solo così, siamo convinti si possa attutire il più possibile l'impatto economico sui redditi dei lavoratori".
Il verbale di accordo siglato ieri sera sarà ratificato nei prossimi giorni in Regione Lombardia.
Bergamo, giovedì 11 aprile 2013