Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

NOTIZIE

EDILI, LUNEDÌ LO SCIOPERO. DA BERGAMO ALLA MANIFESTAZIONE DI TORINO BUS DI LAVORATORI E SINDACALISTI

on 14 Dicembre 2017.

Dopo i presidi, arriva lo sciopero: oggi, lunedì 18 dicembre, i lavoratori edili hanno incrociato le braccia in una mobilitazione nazionale proclamata da FENEAL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL contro il mancato rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro, a un anno e cinque mesi dalla scadenza del precedente. A Bergamo attendono il nuovo Contratto circa 30mila lavoratori.
Il 20 novembre i sindacati provinciali avevano tenuto due presidi con volantinaggio, uno nel cantiere della Guardia di Finanza e l’altro al KM Rosso dove è in corso la costruzione della nuova sede di Confindustria. Avevano anche incontrato il Prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi e i rappresentanti di ANCE, l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili di Bergamo.

“Dal luglio 2016 la trattativa non è mai entrata nel merito della nostra piattaforma. La presentazione di una contro-piattaforma a febbraio da parte delle delegazioni datoriali testimonia l’esplicita volontà di non dare risposte concrete alle esigenze dei lavoratori ”sono tornati a commentare Giuseppe Mancin di FENEAL-UIL, Danilo Mazzola di FILCA-CISL e Luciana Fratus per FILLEA-CGIL di Bergamo. “Lavoro, contratto, salute, pensioni: si sciopera per aumenti salariali in grado di riattivare i consumi, per difendere e riformare le casse edili, a tutela dei lavoratori e contro il lavoro nero e l’evasione, per maggiore sicurezza sui posti di lavoro, per la creazione di un Fondo sanitario integrativo nazionale, per rafforzare la previdenza complementare, per potenziare il fondo integrativo e per il pensionamento anticipato”.

Da Bergamo è partito un bus con lavoratori e sindacalisti diretti alla manifestazione che si è tenuta a Torino (foto sotto).

ImmagineEdili